Categoria Approfondimenti

self area lucca comics 2023

A tu per tu con le realtà della Self Area di Lucca Comics 2023!

Durante le scorse settimane abbiamo tenuto, in organizzazione con Lucca Comics & Games, una serie di live durante le quali abbiamo invitato TUTTE ma proprio TUTTE le realtà che parteciperanno alla Self Area di quest’anno: più di 30 collettivi, microeditori…

shortbox comics fair 2023

Fumetti italiani alla ShortBox Comics Fair

Dal 1° al 31 ottobre è online la ShortBox Comics Fair, fiera online di fumetti organizzata ogni anno da ShortBox.Per tutto il mese sarà possibile acquistare webcomics di autorǝ provenienti da tutto il mondo: un’occasione fantastica per allargare il nostro…

comic invasion berlin

Comic Invasion, il festival di fumetti indipendenti di Berlino

Per definire in breve Berlino, userei volentieri l’espressione “capitale europea dei ristoranti vegani”… Ma questo è un blog sui fumetti, e quindi di fumetti parlerò!A scrivere è Vanessa, co-fondatrice di Mecenate Povero (lo specifico perché il post è scritto in…

Esempio di Tijuana Bible

Le Tijuana Bible: alle origini del fumetto underground

Questo articolo è comparso originariamente sul numero 9 della rivista Amianto (2019) I lettori con una buona memoria ricorderanno che nel secondo albo di Watchmen vediamo la versione originale di Spettro di Seta, Sally Jupiter, con un albetto a fumetti,…

perché leggere fumetti autoprodotti

Perché leggere fumetti autoprodotti?

Fumetto autoprodotto: un fumetto che non è pubblicato da una casa editrice, ma che viene stampato e distribuito direttamente dalle persone che lo creano. In passato abbiamo parlato in più sedi di cosa spinge una persona a fare un fumetto…

Basil Wolverton: fumetti, spaghetti e polpetti

Il suo stile di disegno può essere definito “Spaghetti and Meatballs”: stiamo parlando di Basil Wolverton, fumettista e illustratore che lavorò tra gli anni Trenta e Settanta influenzando in modo indelebile il fumetto americano.

Puzz, la prima rivista indipendente a fumetti

Gli autori di Puzz creavano storie nonsense che miravano a protestare contro la politica e la società a loro contemporanee, respingendo ogni tipo di fumetto d’evasione a favore di quelli che loro chiamavano “fumetti critici”.